MARINODRAGONS

Lo sport del "Drago" arriva a Castel Gandolfo nel sett. 1989  con la prime gare disputate  sul bacino lacustre del lago Albano, sulle lunghezza dei 640 mt e  320 mt. Queste misure strane erano dovute al fatto che le gare di Dragone effettuate in Asia erano al tempo delle colonie Inglesi, solo in seguito per motivi di organizzazione e su indicazione della IDBF si e' passati agli attuali 500 e 200 mt e 2000mt.

Il primo equipaggio dei Castelli a scendere in acqua fu il "Fortuna Drago". Era composto unicamente da canoisti, quel equipaggio fu' un fulmine a ciel sereno, perche' per la prima volta c'era una imbarcazzione interamente composta da giovani atleti tutti ben allenati in quanto nel pieno dell'attivita' agonistica della canoa. Vinse e vinceva ogni competizione su ogni distanza e con facilita'. Lo stesso equipaggio partecipo' in blocco ai Mondiali Di Hong Kong ed alla "Macau International World Race" in Macao, vinse il trofeo in palio suscitando l'attenzione dei cronisti e giornalisti del posto desiderosi di fare domande ed intervistare  questo "equipaggio occidentale" che aveva vinto in casa dei padroni del Drago e proprio , nella baia di Macao. 
Purtroppo lo stesso equipaggio  a distanza di poco piu di un anno si sciolse e dali naquero diverse società
Il seme era pero' stato gettato per oltre un decennio e squadre  nate dal nulla o poco organizzate hanno replicato in seguito  lo "schema" di quel equipaggio,  arrivando alla fine ad un livello di competitivita' elevata quale quella di oggi.


Il MarinoDragons nasce il 24 Marzo del 2004 e da allora vive questa emozionante storia racchiusa  in queste poche righe:


Rammenterò ogni qual volta mi sarà chiesto la nostra storia…racconterò di un gruppo di amici
innanzi tutto e di uomini veri!
Una storia fatta di sacrifici…determinazione…unità  di intenti e di battaglie a colpi di pagaia!
Gli uomini che faranno parte di questa storia potranno anche cambiare nel corso del tempo ma lo spirito che la contraddistingue
 no…quello mai!
Potrò un giorno raccontare di aver fatto parte anche io di questa fantastica avventura e la difficoltà
 di chi apprenderà dalle mie parole sarà quella di riuscire a capire cosa significa
essere uno e ventidue allo stesso tempo…un cuore solo…un sussulto…un ruggito!!!
 Rammenterò ogni qual volta mi sarà chiesto la nostra storia…quella del